Dal 24 gennaio 2016 il Vescovo Mons. Domenico Cancian ha affidato il servizio del Santuario-Basilica di Canoscio e della Parrocchia dei “SS. COSMA e DAMIANO” a due sacerdoti diocesani. Ecco una loro breve presentazione.

Don Franco Sgoluppi

don-franco-sgoluppiSono Don FRANCO SGOLUPPI, nato nel comune di San Giustino, il 5 Agosto 1949. Sono stato ordinato sacerdote il 20 luglio 1974 a Pitigliano, mio paese natale. Sono stato Parroco di Montone dal 1974 al 1981 e nella Parrocchia “Madonna del Latte”, dal 1984 al settembre 2015. E stato l’impegno nel quale ho cercato di dare il meglio di me stesso stando in mezzo alle persone e camminando con loro.

Ringrazio grandemente il Signore per la bella e fruttuosa esperienza di Parroco. Ho svolto contemporaneamente anche altri servizi diocesani dal 1979 al 2011: Ufficio Catechistico, Pastorale giovanile e vocazionale, Pastorale diocesana, Vicario generale. Tutti questi servizi mi hanno permesso di venire a contatto con tante persone e realtà.

Ringrazio tutti coloro che mi hanno aiutato con la collaborazione, la stima, il consiglio e la preghiera a servire la chiesa diocesana.

Sono approdato a Canoscio: desidero spendere bene, soprattutto nell’accoglienza e nell’ascolto il tempo che il Signore vorrà. Mi affido alla protezione della Madonna e alla vostra preghiera.

 

Don Franco.

Don Cristian Burca

don-cristian “Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni” (Mt 28,18) Con l’aiuto del Signore, il primo settembre, l’anno scorso, sono arrivato dalla Romania in Italia e precisamente a Città di Castello, in questa oasi di pace e serenità, dove sono stato accolto dalla comunità ecclesiale della diocesi. Sono stato ordinato sacerdote il 29 giugno, festa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, 2005, nella cattedrale “Maria Assunta in cielo”, della diocesi di Iasi, in Romania.

Ho prestato il mio servizio sacerdotale, prima come viceparroco e poi parroco nelle diverse comunità. In questo tempo ho avuto modo di avvicinarmi alla gente e provvedere con carità ai loro bisogni specialmente spirituali. E stata, per me, una esperienza edificante che mi ha arricchito interiormente e mi ha dato 11 la forza di vivere il mio sacerdozio pienamente con l’aiuto di Dio e della Vergine Santissima che sento costantemente presente nel mio cuore e che mi sostiene nelle difficoltà che, quotidianamente, posso incontrare nell’adempimento del mio ministero.

Oggi, dopo dieci anni dalla ordinazione, grazie all’aiuto del Signore, il mio cuore si è aperto verso la Chiesa Universale e ho accolto il bisogno di poter esercitare il ministero sacerdotale qui in diocesi di Città di Castello, dove è presente anche una comunità rumena della quale sono assistente pastorale. Il mio viaggio, per ora, termina a Canoscio, al Santuario Madonna del Transito, dove, il 24 gennaio, ho iniziato una nuova missione come collaboratore di Mons. Franco Sgoluppi, il nuovo rettore del Santuario. Il vescovo Domenico Cancian mi ha affidato questo servizio pastorale per curare la comunità parrocchiale e quanti giungono come pellegrini a questo Santuario.

Con l’aiuto della Madonna spero di assolvere al mio ministero e di accrescere l’amore verso il nostro Dio che e MISERICORDIA E AMORE INFINITO per tutti noi. Mi metto nelle mani del Signore per essere degno servitore in questa nuova missione pastorale. Chiedo il vostro aiuto e il vostro sostegno specialmente nella preghiera, che mantiene uniti i nostri cuori verso Dio.

Vi auguro, con tutto il cuore, BUONA PASQUA e il SIGNORE GESÙ CRISTO RISUSCITATO DAI MORTI, sia sempre la nostra speranza.

Don Cristian.